Get Your Shit Together*

All’inizio è l’errore informatico che ci ha affascinato: l’incapacità di accettare che la macchina possa sbagliarsi, l’inquietudine metafisica dei Glitch (le immagini deformate dall’errore digitale o analogico). Poi pensando all’errore ci siamo interessati alle immagini filmate per errore, quelle che hanno avuto la fortuna o la sfortuna di essere catturate.  Abbiamo pensato ai piccoli equivoci senza importanza, ai grandi errori della storia, alla sfocatura e all’inadeguatezza della nostra visione del mondo e del reale, per cercare di catturare il momento dell’errore, quel momento preciso in cui d’improvviso tutto si rovescia, diventa nebuloso, irrisolvibile, sembra perdersi e cadere.

Preludio

 

 

Voce off:

 

Lo spettacolo inizierà con 15 minuti di ritardo

è sempre difficile iniziare

qual è la prima immagine?

la prima parola?

siamo a Modena

il 10 marzo 2020

e siamo insieme

voi che guardate questa scena vuota

noi che siamo dietro la quinta, a destra

se guardate bene la vedete muoversi

sono passati 12 mesi da quando abbiamo iniziato a lavorare a questo spettacolo

12 mesi sono lunghi.

Qui, dietro le quinte, noi pensiamo a voi

12 mesi fa

dove eravate?

Che cosa stavate facendo?

Chi eravate?

Avete deciso di passare questa serata con noi, grazie

12 mesi fa non sapevamo nemmeno che sareste venuti

e voi neanche.

Eppure, pensavamo già a voi

è un po' come una storia d'amore che inizia

qui, stasera,

tra noi e voi.

Fra poco entreremo.

Speriamo non sentirete troppo il nostro stress.

Perché siamo stressati

comunque

un po'

ma faremo del nostro meglio

speriamo che funzioni

bene,

entriamo.

I due attori entrano sulla scena in maniera semplice e cerimoniale. Si siedo al tavolo. Aggiustano i loro microfoni, aprono i computer davanti a loro, si guardano.

Get Your Shit Together: (espressione parlata) letteralmente: raccogli la tua merda, riprenditi, datti una regolata, rimettiti in sesto.